martedì , 30 Novembre 2021
Importante

Ufficiale: Ronaldo è di nuovo un giocatore del Manchester United

Il Manchester United ha annunciato ufficialmente di aver trovato un accordo per l’acquisto di Cristiano Ronaldo, realizzando uno dei più clamorosi ritorni della storia del calcio.

Red Devils hanno rilasciato il seguente comunicato su ManUtd.com:

«Il Manchester United è lieto di annunciare che il club ha raggiunto un accordo con la Juventus per il trasferimento di Cristiano Ronaldo, il quale dovrà trovare un accordo a livello personale, ottenere il visto e sottoporsi alle visite mediche.

Cristiano, un cinque volte Pallone d’Oro, ha vinto finora 30 trofei di rilievo durante la sua carriera, fra cui 5 UEFA Champions League, 4 FIFA World Cup, sette campionati – fra Inghilterra, Spagna e Italia – e il Campionato Europeo con il Portogallo.

Nella sua prima parentesi allo United, ha segnato 118 goal in 292 partite.

Nel club tutti non vedono l’ora di riaccogliere Cristiano a Manchester.»

Non sono ancora stati rivelati i dettagli dell’affare, ma pare che l’accordo sia stato trovato sulla base di 15 milioni di £ con l’ eventuale aggiunta di circa 8 milioni nel caso il giocatore raggiunga determinati traguardi. In totale, il costo del cartellino potrebbe diventare di 21,4 milioni di £.

L’EVOLUZIONE DI UNA TRATTIVA LAMPO, MA INTENSA COME POCHE

Negli ultimi giorni, anche chi non segue assiduamente il calciomercato o le vicende che riguardano altre squadre si è certamente imbattuto in quella che è stata la notizia più chiacchierata sui social media e nei programmi TV sportivi; la richiesta di cessione da parte di Cristiano Ronaldo alla Juventus. Inizialmente, fino a poche ore fa, sembrava certa anche la sua nuova destinazione: ovvero quella di un clamoroso approdo al Manchester City.

Una notizia che inizialmente ci aveva lasciato tutti sbigottiti. Anche chi, come me, non ha mai ritenuto Cristiano Ronaldo una nostra bandiera o un giocatore legato alle sorti del club, poiché si può comunque trovare una via di mezzo fra l’essere tifosi del club – come lo sono sempre state figure come Ryan Giggs o Gary Neville – e il rinnegare la squadra che aveva lanciato e consacrato la tua carriera. Andare al Real Madrid poteva essere una scelta rispettabile, seppur non condivisa per i metodi e per il tempismo, ma andare in una delle nostre più grandi rivali sarebbe stato uno smacco imperdonabile.

Ieri sera eravamo andati tutti a letto rassegnati all’idea che avremmo visto quest’oggi o nei giorni immediatamente successivi una scena che ci avrebbe fatto molto male. Poi, però, è successo qualcosa di clamoroso.

Il City e Pep Guardiola, probabilmente non convinti in pieno dal suo acquisto, hanno cincischiato e ritardato la chiusura dell’affare, permettendo agli eventi di prendere una svolta impensabile.

 


Il primo a dare un indizio che stesse accadendo qualcosa di impensabile è stato Rio Ferdinand con un misterioso post su Twitter comparso questa mattina (che potete vedere qui sopra), dove l’ex difensore dello United ha pubblicato uno dei più famosi meme con Leonardo DiCaprio che ride di gusto.

Poi, nella conferenza stampa di oggi, Ole Gunnar Solskjær aveva dato un ulteriore indizio, dichiarando che, se Ronaldo avesse mai deciso di lasciare la Juventus, lo United sarebbe stato disponibile a riaccoglierlo. Una frase che, tradotta dal gergo del politicamente corretto che quasi ogni allenatore usa in conferenza stampa, significava: vogliamo anche noi Ronaldo.

Poco dopo, un giornalista spesso ben informato e attendibile come Simon Stone della BBC ha lanciato un’indiscrezione molto forte, annunciando che il Manchester City si era addirittura ritirato dall’affare. A quel punto, un po’ tutti abbiamo iniziato a crederci davvero, ma l’ipotesi che l’affare potesse concretizzarsi davvero e soprattutto lo stesso pomeriggio era ritenuta ancora abbastanza fantasiosa.

Anche le indiscrezioni lanciate dai due giornalisti italiani più esperti di calciomercato, ovvero Gianluca Di Marzio e Fabrizio Romano, che parlavano di accordo già raggiunto fra lo United e Ronaldo non lasciavano comunque pensare ad un accordo imminente (memori anche della lunghezza delle nostre trattative di questa estate), sebbene ci fosse già nell’aria un evidente fibrillazione per qualcosa che, da semplice speranza, si stava sempre più tramutando in realtà.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Manchester United (@manchesterunited)

Dal nulla, alle 17:50, è arrivato il comunicato che aspettavamo tutti: il Manchester United ha trovato un accordo sia con la Juventus che col giocatore.

Una notizia accolta con gioia non solo da milioni di tifosi, ma anche da tanti giocatori attuali e del passato: dai vecchi compagni di squadra di Ronaldo – come Roy Keane, Rio Ferdinand, Edwin van der Sar, i fratelli Neville, Patrice Evra, Diego Forlán, Louis Saha, John O’Shea, Dimitar Berbatov – e da altri grandi del passato, fra cui Andy Cole, David Beckham e Peter Schmeichel. Per non parlare degli attuali giocatori, tutti apparsi eccitati dall’idea di potersi allenare e giocare con un calciatore che, per moli di loro, è stato un idolo quando seguivano lo United da ragazzini.

E così, dopo oltre 12 anni, Cristiano Ronaldo è di nuovo un giocatore del Manchester United. Un nuovo capitolo della saga è pronto per essere scritto…

Bio di Marco Antonucci

Presidente e caporedattore di Red Army Italy, tifoso del Manchester United dal Dicembre 2005.

Guarda anche

Ufficiale: il Manchester United completa l’acquisto di Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo è a tutti gli effetti un calciatore del Manchester United. Il club ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *