giovedì , 19 aprile 2018
Importante

Lo United rovina la festa del City con una rimonta da leggenda: Manchester is Red

9430716267 Aprile 2018. Una data che i tifosi del Manchester United non dimenticheranno facilmente. Un derby leggendario, incredibile e storico quello andato in scena all’Etihad Stadium, dove i Red Devils compiono una rimonta straordinaria rovinando la festa per il titolo ad un Manchester City che, dopo aver concluso il primo tempo sul 2-0, sentiva già in mano la gioia di poter festeggiare la vittoria della Premier League davanti ai loro più acerrimi rivali. Alle reti di Vincent Kompany e İlkay Gündoğan risponde un indemoniato Paul Labile Pogba, autore di una doppietta ad inizio ripresa, seguito dal clamoroso goal-vittoria di Chris Smalling. Fantastica e decisiva parata di David de Gea nel finale su Sergio Agüero.

CRONACA

Il Manchester United si presenta all’Etihad Stadium con la missione di impedire ai rivali cittadini del City di vincere il titolo proprio sconfiggendo i Red Devils, oltre che per consolidare il secondo posto in classifica. José Mourinho si affida ad un centrocampo forte, con la presenza di Ander Herrera, Nemanja Matić e Paul Labile Pogba, mentre in attacco dà fiducia a Jesse Lingard e ad Alexis Sánchez, in appoggio a Romelu Lukaku.

Il primo tentativo della giornata arriva dai piedi di Danilo, al 3′ minuto, ma la palla finisce direttamente sugli spalti. Fuori misura anche il tentativo da fuori di David Silva al 19′.

Un paio di minuti dopo, il City ha la prima grande occasione di giornata. Raheem Sterling serve un passaggio filtrante che raggiunge Bernardo Silva, che si ritrova a tu per tu con il portiere, ma David de Gea fa buona guardia.

943049408Tuttavia, il vantaggio del Manchester City arriva poco dopo, al 24′. Leroy Sané batte un corner dalla sinistra e Vincent Kompany batte il portiere con un imparabile colpo di testa da distanza ravvicinata, firmando l’1-0 dei Citizens.

943050474Piove sul bagnato per i Red Devils, che subiscono anche il 2-0 sei minuti dopo. İlkay Gündoğan si libera in area con una grande giocata, superando David de Gea con un preciso rasoterra nell’angolino opposto.

Raheem Sterling avrebbe anche due grandi occasioni per realizzare il terzo goal, ma in entrambi i casi spreca malamente, spedendo alto. L’ex Liverpool ha anche un’altra chance al 40′, dove, da posizione invitante, calcia centralmente e permette a David de Gea di parare con facilità.

Il numero 1 dei Red Devils salva nuovamente la porta poco dopo, quando blocca un tentativo di testa di İlkay Gündoğan. Il primo tempo si chiude con il City avanti per 2-0 e con i Citizens che sentono già in mano la chance di festeggiare il titolo proprio nel derby.

E l’inizio del secondo tempo, dopo un innocuo tentativo di Paul Labile Pogba da fuori, sembra seguire il copione del primo, con İlkay Gündoğan che colpisce l’incrocio dei pali. Poteva essere il colpo del KO, che avrebbe chiuso la partita, ma questo episodio darà il via a qualcosa di incredibile.

Nello spazio di 97 secondi, fra il 52′ e il 54′, il Manchester United annulla clamorosamente il doppio svantaggio e dà un’altro volto alla partita. Entrambi i goal portano la stessa ferma: quella di Paul Labile Pogba.

943068024Il fuoriclasse francese prima accorcia le distanze da breve distanza, inserendosi con grande tempismo alle spalle della difesa avversaria su un assist di Ander Herrera, superando il portiere con un preciso tocco che si infila in rete.

4AEC045B00000578-5589495-image-a-47_1523123217458Due minuti dopo, invece, il francese capitalizza alla grande un bel cross di Alexis Sánchez con un colpo di testa che si infila laddove Ederson non può arrivare. Incredibile all’Etihad Stadium: è 2-2.

La rimonta dei Red Devils sconvolge l’inerzia del match, con lo United che manda in confusione un City frastornato e che fatica a riprendere in mano il pallino del gioco. Dopo un tentativo per parte – con Jesse Lingard e İlkay Gündoğan, quest’ultimo su calcio piazzato, che mancano la porta – arriva anche l’incredibile sorpasso.

4AEC241700000578-5589495-image-a-68_1523124477563Alexis Sánchez batte una punizione dalla trequarti, mettendo in area un preciso cross che trova la zampata vincente di Chris Smalling, che coglie di sorpresa la difesa del City e supera Ederson con uno splendido tocco al volo. 3-2 per il Manchester United: tifosi e giocatori Red Devils in delirio, la rimonta è completa.

Il match si incattivisce nella parte finale, con il City che cerca disperatamente di riprendere in mano una partita che sentiva già sua. Fioccano le ammonizioni e i momenti di tensione in campo, mentre José Mourinho fa entrare – nell’ordine – Marcus Rashford, Scott McTominay e Victor Lindelöf (quest’ultimo nel recupero), richiamando in panchina Alexis Sánchez, Jesse Lingard e Ander Herrera.

2018-04-07T183539Z_81045663_RC128465C060_RTRMADP_3_SOCCER-ENGLAND-MCI-MUNLo United contiene alla grande gli attacchi finali del City, ma i padroni di casa riescono ad avere l’occasione ideale per trovare il pareggio all’88’. Leroy Sané pennella un cross perfetto per la testa di Sergio Agüero, che indirizzo bene la palla verso la porta, ma David de Gea compie un autentico miracolo deviando la sfera sopra la traversa.

Poco dopo, sugli sviluppi di uno dei corner scaturiti dopo quest’ultima azione, gli uomini di Pep Guardiola hanno un’altra grandissima occasione con Raheem Sterling che, da pochi passi, colpisce clamorosamente il palo di sinistro, con la palla che, carambolando su David de Gea, termina fuori.

È destino che il derby vada al Manchester United, che confeziona una vittoria dal sapore speciale e che nega ai propri rivali cittadini la gioia di festeggiare la vittoria della Premier League battendo proprio i Red Devils. Una partita che difficilmente tutti i tifosi dello United dimenticheranno. Manchester è rossa.

Marco Antonucci

TABELLINO

premier-league
Premier League

Etihad Stadium – Manchester, United Kingdom – Sabato 7 Aprile 2018

Manchester City AC4AD80054D44492A7FD375782AC9DB6
Manchester City FC 2-3 Manchester United FC
24′ Vincent Kompany [MC], 29′ İlkay Gündoğan [MC], 52′ Paul Labile Pogba [MU], 54′ Paul Labile Pogba [MU], 68′ Chris Smalling [MU]

FORMAZIONI

Manchester City:
31
Ederson; Danilo, 4 Vincent Kompany [C]30 Nicolás Otamendi, 18 Fabian Delph; 8 İlkay Gündoğan (75′, 10 Sergio Agüero), 25 Fernandinho, 21 David Silva (71′, 17 Kevin De Bruyne); 20 Bernardo Silva (71′, 33 Gabriel Jesus), 7 Raheem Sterling, 19 Leroy Sané.
Manager: Pep Guardiola

Manchester United:
1 David de Gea; 25 Antonio Valencia [C]3 Eric Bailly, 12 Chris Smalling, 18 Ashley Young; 21 Ander Herrera (90+3′, 2 Victor Lindelöf), 31 Nemanja Matić, Paul Labile Pogba, 14 Jesse Lingard (84′, 39 Scott McTominay), Alexis Sánchez (81′, 19 Marcus Rashford); 9 Romelu Lukaku.
Manager: José Mourinho

Arbitro: Martin Atkinson. Assistenti: Lee Betts, Stephen Child. Quarto uomo: Craig Pawson.

Cartellini gialli: 36′ Ander Herrera [MU], 44′ Romelu Lukaku [MU], 62′ Raheem Sterling [MC], 78′ Fernandinho [MC], 78′ Sergio Agüero [MC], 80′ Paul Labile Pogba [MU], 90′ Danilo [MC], 90+1′ Vincent Kompany [MC], 90+2′ Gabriel Jesus [MC].

Cartellini rossi: Nessuno.

Spettatori: 54.259

STATISTICHE
by Immagine

20 Tiri totali 5
Tiri in porta 4
64,7% Possesso palla 35,3%
594 Passaggi 317
Cartellini gialli 3
Cartellini rossi 0
Calci d’angolo 4
Calci di rigore 0
Fuorigioco 2

Bio di Marco Antonucci

Foto del profilo di Marco Antonucci
Presidente e caporedattore di Red Army Italy, tifoso del Manchester United da oltre dieci anni. Mancuniano nell'anima.

Guarda anche

Romelu+Lukaku+Manchester+United+vs+Swansea+GhiPPiS4KBDx

Cole: “Impressionato da Lukaku”

Andy Cole dichiara di essere rimasto favorevolmente colpito dal rendimento di Romelu Lukaku nella sua …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *