giovedì , 14 Novembre 2019
Importante

Rashford incanta a Londra, lo United batte ed elimina il Chelsea

Una doppietta di Marcus Rashford, arrivata grazie ad un calcio di rigore e ad un’autentica perla su calcio di punizione, trascina il Manchester United alla terza vittoria consecutiva in trasferta in casa del Chelsea, sconfitto 2-1 a Stamford Bridge. I ragazzi di Ole Gunnar Solskjær volano ai quarti di finale della Carabao Cup, dove affronteranno il Colchester United.

CRONACA

Ole Gunnar Solskjær lascia a riposo David de Gea e Anthony Martial, entrambi in panchina, ma schiera una formazione più che competitiva, nella quale ripropone la difesa a tre. Victor Lindelöf, Harry Maguire e Marcos Rojo compongono il trio difensivo, con Sergio Romero fra i pali, mentre Aaron Wan-Bissaka e il giovanissimo Brandon Williams vengono proposti come esterni a centrocampo, dove le chiavi del gioco sono affidate a Scott McTominay e a Fred. Il reparto offensivo, invece, è formato da Jesse Lingard, Daniel James e Marcus Rashford.

La prima occasione della serata nasce da un intelligente schema provato dal Manchester United su un corner dalla destra. Daniel James crossa basso in direzione di Scott McTominay, che calcia di prima verso la porta, mancando di poco lo specchio. Lo stesso gallese cerca senza successo la porta al 14′ con un sinistro sbilenco e che termina fuori di molto.

Un ingenuo intervento di Marcos Alonso su Daniel James nella propra area procura al Manchester United l’ennesimo calcio di rigore della stagione. Dal dischetto, nonostante l’errore di qualche giorno fa, si presenta ancora Marcus Rashford. Il coraggio del talento mancuniano viene premiato dalla successiva trasformazione: portiere spiazzato e Manchester United avanti 1-0 a Stamford Bridge dopo 24 minuti di partita.

Il vantaggio sembra mettere lo United nella posizione ideale per controllare l’andamento della partita, limitando tutte le iniziative del Chelsea, e cercando anche il raddoppio al 34′, quando Jesse Lingard chiama Willy Caballero a lavoro con un tentantivo poco convincente dalla distanza.

Il primo tempo scivola via fino all’intervallo senza offrire altre occasioni degne di nota, con lo United meritatamente in vantaggio.

Il Chelsea, tuttavia, rientra dagli spogliatoi con più convinzione e sfiora il pari già al 49′. Marcos Alonso mette dentro un preciso cross basso dalla sinistra, che il giovane Callum Hudson-Odoi – da posizione ideale – spreca clamorosamente ciabattando la conclusione. Christian Pulisic, autore di una tripletta Domenica, cerca la porta al 53′ dal limite, ma colpendo altrettanto male il pallone.

Lo stesso talentuoso americano, poco dopo, pesca con un grande lancio Callum Hudson-Odoi al limite dell’area di rigore. L’ex attaccante del Valencia lascia rimbalzare il pallone, prima di calciare al volo verso la porta, mandando la palla di poco sopra la traversa.

Di lì a poco, però, il Chelsea riesce a trovare il pareggio con una grande azione personale di Michy Batshuayi, conclusa con un missile che si infila imparabilmente nell’angolino basso. Dopo un’ora di gioco, torna in parità il pareggio a Stamford Bridge: è 1-1.

Al 66′, Ole Gunnar Solskjær decide di operare una doppia sostituzione: Victor Lindelöf esce per far posto ad un attaccante, Anthony Martial, mentre Jesse Lingard viene rimpiazzato da Andreas Pereira.

Il coraggio del manager norvegese, intento a vincere il match a tutti i costi, viene premiato da un’autentica magia di Marcus Rashford al 72′. Il talento mancuniano si incarica di battere un calcio di punizione dalla grande distanza, a circa 35 metri dalla porta, facendo partire una conclusione assolutamente perfetta e che non lascia scampo al portiere, infilandosi sotto la traversa. Un capolavoro, molto simile alle iconiche punizioni di Cristiano Ronaldo, che vale il 2-1 per il Manchester United.

La splendida partita del numero 10 dei Red Devils termina al 79′, quando Ole Gunnar Solskjær lo sostituisce con Ashley Young, cambiando sistemazione tattica e cercando di gestire una partita che sembra destinata ad avere un finale caldo.

Il Chelsea cerca il 2-2 con Marcos Alonso all’81’, che prova a sorprendere Sergio Romero mirando sul primo palo, ma il portiere argentino si dimostra attento e respinge. Sul corner successivo, Kurt Zouma manca la porta di testa. Mateo Kovačić prova la fortuna dalla lunga distanza all’86’, ma l’ex Real Madrid spedisce a lato di molto. Stessa sorte tocca ad un altro tiro da fuori da parte di Kurt Zouma un minuto dopo.

Lo United resiste agli assalti finali dei Blues guidati da Frank Lampard e sfiora anche il possibile 3-1 con un bel tiro a giro di Anthony Martial, terminato di poco fuori alla destra del palo più lontano.

Red Devils conquistano, così, sbancano Stamford Bridge e conquistano la terza vittoria consecutiva in trasferta, con la conseguente qualificazione ai quarti di finale della Carabao Cup. Quarti di finale che vedranno i ragazzi di Ole Gunnar Solskjær ospitare all’Old Trafford il Colchester United, squadra militante nella Sky Bet EFL League Two.

Marco Antonucci

TABELLINO 

Risultati immagini per carabao cup logo
Carabao Cup – 4° Turno

Stamford Bridge – London, United Kingdom – Mercoledì 30 Ottobre 2019

Chelsea VAC4AD80054D44492A7FD375782AC9DB6 
Chelsea FC 1-2 Manchester United FC
24′ Marcus Rashford (Rigore) [MU], 60′ Michy Batshuayi [C], 72′ Marcus Rashford [MU]

FORMAZIONI

Chelsea:
13
Willy Caballero; 24 Reece James, 15 Kurt Zouma, 44 Marc Guehi, 3 Marcos Alonso; 47 Billy Gilmour (69′, 19 Mason Mount), 5 Jorginho [C], 17 Mateo Kovačić; 20 Callum Hudson-Odoi, 23 Michy Batshuayi (77′, 9 Tammy Abraham), 22 Christian Pulisic (69′, 11 Pedro).
Manager: Frank Lampard

Manchester United:
22 Sergio Romero; Victor Lindelöf (65′, 9 Anthony Martial), 5 Harry Maguire [C], 16 Marcos Rojo; 29 Aaron Wan-Bissaka, 39 Scott McTominay, 17 Fred, 14 Jesse Lingard (66′, 15 Andreas Pereira), 53 Brandon Williams; 21 Daniel James, 10 Marcus Rashford (79′, 18 Ashley Young).
Manager: Ole Gunnar Solskjær

Arbitro: Paul Tierney. Assistenti: Ian Hussin, Harry Lennard. Quarto uomo: Stuart Attwell.

Cartellini gialli: 10′ Scott McTominay [MU], 17′ Michy Batshuayi [C], 82′ Fred [MU], 89′ Mateo Kovačić [C].

Cartellini rossi: Nessuno.

Spettatori: 38.645

STATISTICHE

12 Tiri totali 7
2 Tiri in porta 3
65% Possesso palla 35%
2 Cartellini gialli 2
Cartellini rossi 0
10 Calci d’angolo 7
0 Calci di rigore 1
0 Fuorigioco 1

Bio di Marco Antonucci

Presidente e caporedattore di Red Army Italy, tifoso del Manchester United da oltre tredici anni. Mancuniano nell'anima.

Guarda anche

Lo United punta sul ritorno di Martial per segnare di più

Ole Gunnar Solskjær è convinto che il ritorno di Anthony Martial permetterà al Manchester United …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *