martedì , 17 Settembre 2019
Importante

Pareggio amaro per lo United in casa del Wolverhampton

Il Manchester United stavolta non esce sconfitto dal Molineux Stadium, ma raccoglie meno di quanto avrebbe meritato. Dopo un primo tempo praticamente perfetto, dove Anthony Martial firma il momentaneo vantaggio, il Wolverhampton Wanderers trova il pari ad inizio ripresa in uno dei suoi pochi acuti della serata con Rúben Neves. Successivamente, Paul Labile Pogba fallisce il rigore della possibile vittoria.

CRONACA

Ole Gunnar Solskjær prova a sfatare il tabù del Molineux Stadium presentando quasi la stessa formazione schierata nella schiacciante vittoria di Domenica scorsa sul Chelsea, con una sola, ma importante novità: al posto di Andreas Pereira, parte direttamente titolare il giovane Daniel James.

Dopo un’iniziale fase di studio, che vede lo United fare molto più possesso palla rispetto al Wolverhampton, il primo sussulto della serata arriva al 17′. Marcus Rashford – dopo un paio di finte ubriacanti – opera un cross molto pericoloso dalla sinistra, sul quale Anthony Martial manca di poco l’appuntamento col goal.

L’ottima gestione della partita dei Red Devils viene finalmente premiata al 26′.

Dopo una bella azione corale, Marcus Rashford riceve palla al limite dell’area di rigore e, successivamente, taglia fuori la difesa del Wolverhampton con un intelligente assist per Anthony Martial, bravo ad inserirsi e a fulminare il portiere calciando di prima intenzione col sinistro, con la palla che si infila sotto la traversa.

Secondo marcatura stagionale per il francese e Manchester United avanti 1-0 al Molineux Stadium.

Vantaggio che i ragazzi di Ole Gunnar Solskjær mantengono senza correre alcun rischio fino all’intervallo, gestendo in modo perfetto il match.

La prima occasione del secondo tempo arriva al 49′ e nasce da un bel cross di Aaron Wan-Bissaka per Jesse Lingard, ma quest’ultimo cicca clamorosamente la conclusione.

Il Wolverhampton, però, reagisce e trova inaspettatamente il pareggio poco dopo. Dopo aver colpito un palo con un colpo di testa di Raúl Jiménez, i Wolves sfruttano al meglio il corner che nasce dalla stessa azione con un imparabile tiro dal limite di Rúben Neves. Punteggio che torna in parità al 54′.

I padroni di casa prendono coraggio e cercano anche il possibile sorpasso con un tentativo di Adama Traoré, il cui sinistro si spegne, però, a lato. Stessa sorte tocca ad una punizione battuta molto male da Marcus Rashford al 62′.

Una grande azione personale di Paul Labile Pogba costringe Conor Coady ad atterrarlo in piena area di rigore. L’arbitro non ha dubbi: è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta lo stesso Paul Labile Pogba, ma Rui Patrício para il tiro del francese e mantiene il punteggio sull’1-1.

Ole Gunnar Solskjær decide di operare la prima sostituzione arrivati al minuto 80′, inserendo Juan Mata al posto di Jesse Lingard.

Il Wolverhampton ha una buona chance con Jonny, ma lo spagnolo colpisce debolmente e il suo connazionale David de Gea ha vita facile. Non ha successo neanche il tentativo di Leander Dendoncker qualche minuto dopo, con la palla che termina sopra la traversa.

Nel finale, lo United effettua una doppia sostituzione, inserendo Andreas Pereira e Mason Greenwood al posto di Marcus Rashford e di Daniel James, ma l’assalto finale non porta alla desiderata vittoria. Finisce 1-1 al Molineux Stadium.

Un pareggio non da buttar via, considerata la forza dell’avversario e la performance complessiva della squadra, ma che lascia dei rimpianti per quanto visto in campo e per le occasioni sprecate, che avrebbero potuto indirizzare la partita su un altro binario.

Marco Antonucci

TABELLINO

premier-league
Premier League

Molineux Stadium – Wolverhampton, United Kingdom – Lunedì 19 Agosto 2019

 download V  AC4AD80054D44492A7FD375782AC9DB6 
Wolverhampton Wanderers FC 1-1 Manchester United FC
26′ Anthony Martial [MU], 54′ Rúben Neves [WW]

67′ Calcio di rigore fallito da Paul Labile Pogba [MU]

FORMAZIONI

Wolverhampton Wanderers:
11 Rui Patrício; 5 Ryan Bennett, 16 Conor Coady [C], 15 Willy Boly; 2 Matt Doherty (45′, 39 Adama Traoré), 32 Leander Dendoncker, 8 Rúben Neves, 28 João Moutinho, 19 Jonny; 9 Raúl Jiménez (90′, 10 Patrick Cutrone), 18 Diogo Jota (85′, 7 Pedro Neto).
Manager: Nuno Espírito Santo

Manchester United:
1 David de Gea [C]29 Aaron Wan-Bissaka, Victor Lindelöf, 5 Harry Maguire, 23 Luke Shaw; 39 Scott McTominay, Paul Labile Pogba; 21 Daniel James (88′, 26 Mason Greenwood), 14 Jesse Lingard (80′, 8 Juan Mata), 10 Marcus Rashford (88′, 15 Andreas Pereira); 9 Anthony Martial.
Manager: Ole Gunnar Solskjær

Arbitro: Jon Moss. Assistenti: Marc Perry, Eddie Smart. Quarto uomo: Lee Mason. VAR: Paul Tierney. Assistente VAR: Stephen Child.

Cartellini gialli: 23′ Daniel James [MU], 50′ Rúben Neves [WW], 66′ Ryan Bennett [WW], 83′ Aaron Wan-Bissaka [MU].

Cartellini rossi: Nessuno.

Spettatori: 31.314

STATISTICHE
by Immagine

6 Tiri totali 9
2 Tiri in porta 2
35% Possesso palla 65%
352 Passaggi 652
Cartellini gialli 2
Cartellini rossi 0
4 Calci d’angolo 6
0 Calci di rigore 1
1 Fuorigioco 1

Bio di Marco Antonucci

Presidente e caporedattore di Red Army Italy, tifoso del Manchester United da oltre tredici anni. Mancuniano nell'anima.

Guarda anche

Ufficiale: Sánchez ceduto in prestito all’Inter

Il Manchester United ha ufficializzato la cessione in prestito di Alexis Sánchez all’Inter per tutta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *