mercoledì , 22 maggio 2019
Importante

Rashford: “Questi sono i momenti per cui viviamo”

0_FBL-EUR-C1-PSG-MAN-UTDMarcus Rashford ha descritto gli attimi che lo hanno accompagnato nel battere il calcio di rigore che ha regalato un’impresa storica al Manchester United, firmando il 3-1 finale sul Paris Saint-Germain e strappando il biglietto per i quarti di finale della UEFA Champions League.

Il numero 10 dei Red Devils non aveva ancora mai tirato un penalty nella sua carriera da calciatore professionista, ma si è assunto comunque la responsabilità e – nonostante una snervante attesa, condita da alcune provocazioni dei giocatori del PSG, e il ritrovarsi contro una figura come Gianluigi Buffon – ha trasformato in maniera perfetta il rigore.

Intervistato nel dopo-gara da BT Sport, Rashford ha raccontato nel dettaglio quei concitati momenti:

“Ho semplicemente pensato: mantieni la calma, sai? Sono il tipo di cose che pratichi ogni giorno in allenamento. Ho voluto tirarlo io e, probabilmente, anche le altre persone in campo lo avrebbero voluto fare, ma non importa perché siamo passati al turno successivo!”

“L’attesa [prima di battere il calcio di rigore] è stata, probabilmente, la cosa più difficile, ma tutto questo fa parte del gioco. Quei momenti… Questo è ciò per cui viviamo.”

Lo United ha ottenuto la vittoria al Parc des Princes riuscendo a sopperire a ben dieci assenze, di cui cinque da parte di giocatori che avevano presenziato nel match d’andata. A tal proposito, Rashford ammette: “Tutto sembrava essere contro di noi, ma – come ha detto Rom [Romelu Lukaku] – siamo abituati a sopravvivere a questi momenti, e oggi lo abbiamo dimostrato ancora una volta.”

“Abbiamo fatti dei passi in avanti con questa partita, ma possiamo ancora migliorare, naturalmente. Continueremo ad impegnarci e a migliorarci.”

Red Devils hanno concluso il match con il PSG con ben cinque giocatori cresciuti nella propria Academy e due di essi, Tahith Chong e Mason Greenwood, erano al proprio debutto assoluto nella UEFA Champions League.

“È una bella cosa, sai?”, ha aggiunto. “Avevamo dieci giocatori infortunati, ma per loro [Tahith Chong e Mason Greenwood] è stata un’opportunità per fare dei passi in avanti. Si sono allenati ogni giorno, e si meritano tutto ciò.”

Marco Antonucci

Bio di Marco Antonucci

Foto del profilo di Marco Antonucci
Presidente e caporedattore di Red Army Italy, tifoso del Manchester United da oltre tredici anni. Mancuniano nell'anima.

Guarda anche

960

Martial e Lindelöf disponibili per il Wolverhampton

Buone notizie per il Manchester United per il turno infrasettimanale di Premier League contro il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *