mercoledì , 20 Ottobre 2021
Importante

Lo United soffre, ma lotta e supera il Southampton nel Fergie Time

1133205784Prima in svantaggio per via di un eurogoal, poi – dopo aver ribaltato il risultato nel giro di pochi minuti – raggiunto nuovamente dopo un’altra rete capolavoro del Southampton, in quella che sembrava essere la classica giornata stregata. Ma il Manchester United di Ole Gunnar Solskjær non muore mai e nel finale si prende una vittoria potenzialmente fondamentale, trovando con uno straripante Romelu Lukaku il goal del definitivo 3-2 e riprendendosi il quarto posto in Premier League, a soli tre punti di distanza dal Tottenham Hotspur.

CRONACA

Il pareggio del Wembley Stadium fra Tottenham Hotspur e Arsenal – match terminato 1-1 per via dei goal di Aaron Ramsey e di Harry Kane (su rigore), con un calcio di rigore fallito nel finale dai Gunners con Pierre-Emerick Aubameyang – introduce il Manchester United alla sfida con il Southampton con la ghiotta possibilità non solo di scavalcare l’Arsenal e di riprendersi la quarta posizione in Premier League, ma anche di portarsi a soli 3 punti di distacco dagli stessi Spurs.

Ole Gunnar Solskjær recupera Marcus Rashford, schierandolo titolare in attacco insieme a Romelu Lukaku e Alexis Sánchez, e propone il brasiliano Andreas Pereira al fianco del giovane Scott McTominay e di Paul Labile Pogba in mezzo al campo. Nessuna novità, invece, in difesa.

Lo United parte forte e va subito vicinissimo al vantaggio dopo appena due minuti di partita con un preciso diagonale di Romelu Lukaku, respinto in corner da Angus Gunn con una grandissima parata. Il portiere dei Saints si ripete sul belga un paio di minuti dopo, respingendo una sua conclusione ravvicinata.

Il primo squillo da parte del Southampton arriva, invece, al 10′. James Ward-Prowse batte un corner dalla sinistra, Jannik Vestergaard svetta più in alto di tutti e manca la porta di poco con un apprezzabile colpo di testa.

2019-03-02T153002Z_1722042542_RC1F92DBD970_RTRMADP_3_SOCCER-ENGLAND-MUN-SOUCon il passare dei minuti, lo United sembra perdere mordente e il Southampton passa clamorsamente in vantaggio al 25′. Il giovane Yan Valery calcia di prima intenzione da fuori, lasciando partire un bolide che si infila sotto al sette, nonostante il tuffo e il tocco di David de Gea. Primo goal in carriera per il terzino destro dei Saints e ospiti avanti 1-0.

Red Devils reagiscono tornando a spingere a mille, creando, prima, una potenziale occasione non sfruttata per via di un malinteso fra Marcus Rashford e Romelu Lukaku e, poi, mettendo il centravanti belga nella condizioni ideali per staccare di testa verso la porta con un preciso cross di Andreas Pereira dalla destra. Chance che il belga spreca colpendo malissimo.

Tre minuti dopo, al 39′, è Chris Smalling a provarci con un’incornata che, poco prima di terminare a lato, Marcus Rashford riesce a rimettere in gioco nel cuore dell’area di rigore, senza trovare, però, nessun compagno di squadra pronto a deviare in rete. Sul finire di primo tempo, il Southampton ci riprova con una conclusione dalla lunga distanza, stavolta ad opera del danese Pierre-Emile Højbjerg, che David de Gea para, tuttavia, agevolmente.

Sembra una partita stregata per lo United nel primo tempo e gli uomini di Ole Gunnar Solskjær vanno all’intervallo inaspettatamente in svantaggio.

Anche il secondo tempo inizia con un imprevisto per il manager norvegese, che si ritrova costretto a sostituire Alexis Sánchez per infortunio. Diogo Dalot prende il posto del cileno. Un imprevisto, però, che si rivela subito un inaspettato colpo di fortuna.

Il portoghese ha subito un grande impatto sul match, consegnando a Marcus Rashford la palla del possibile 1-1 con un cross al bacio che il talento mancuniano non riesce a capitalizzare, mandando a lato di pochissimo di testa.

2019-03-02T161350Z_356726473_RC1A4D2E9FD0_RTRMADP_3_SOCCER-ENGLAND-MUN-SOUMa il meritato pareggio del Manchester United arriva, in ogni caso, pochi secondi dopo. Lo stesso portoghese serve Andreas Pereira che, lasciato libero di calciare dalla distanza, tira fuori dal cilindro un goal capolavoro con un imparabile tiro a giro. Primo goal in carriera in Premier League per il brasiliano e punteggio che torna in parità al 52′: è 1-1.

Il Southampton reagisce creando subito un’occasione per tornare in vantaggio con Nathan Redmond, ma lo United non solo si difende bene, ma trova anche la rete del sorpasso.

10493662-6763915-image-a-23_1551543794987Andreas Pereira serve Romelu Lukaku in area, il belga è bravo a gestire palla e a ritagliarsi lo spazio per concludere di destro, piazzando la palla nell’angolino basso e realizzando il goal che vale, per il Manchester United, il 2-1 al 58′.

Saints provano a rimettersi in carreggiata con un tentativo di Pierre-Emile Højbjerg, ma il danese non riesce ad inquadrare la porta. Diogo Dalot, fra il 64′ e il 67′, cerca in ben due occasioni la porta dalla distanza, ma andando soltanto vicino al goal.

10494164-6763915-image-a-34_1551544801396Al minuto 74, ecco l’ennesimo colpo di scena di giornata. Il Southampton guadagna un calcio di punizione in una posizione abbastanza pericolosa e James Ward-Prowse lo tramuta nel goal dell’inaspettato 2-2, superando David de Gea con una parabola perfetta. Una punizione da cineteca, che sembra certificare la classica “giornata no”.

Saints, all’85’, avrebbero anche una discreta chance per portarsi addirittura in vantaggio, ma il danese Jannik Vestergaard, lasciato liberissimo di colpire nell’area dello United, grazia i Red Devils con una conclusione terribilmente imprecisa. Nel frattempo, nello United entra il brasiliano Fred al posto del connazionale Andreas Pereira.

10494582-6763915-image-a-49_1551545815299Manca ormai pochissimo alla fine quando il Manchester United di Ole Gunnar Solskjær regala ai suoi tifosi l’ultimo plot twist del match e, forse, anche della stagione, trovando il goal-vittoria. La firma è ancora quella di Romelu Lukaku, bravissimo ad indirizzare, sempre tirando di destro, nuovamente la palla verso il palo opposto con un imparabile rasoterra, stavolta calciando dal limite dell’area di rigore. È l’apoteosi per il belga e per lo tutto lo United, che si ritrova avanti per 3-2.

Nel recupero, i Red Devils avrebbero perfino la chance di siglare il 4-2, procurandosi un rigore con Marcus Rashford, ma Paul Labile Pogba si fa ipnotizzare dal portiere. Un errore che non ha comunque ripercussioni sul risultato: finisce 3-2, con il Manchester United che non solo torna ad occupare il quarto posto in Premier League, ma si avvicina pericolosamente al terzo posto in classifica, occupato dal Tottenham Hotspur.

Una vittoria che fa indubbiamente morale e che prepara al meglio i Red Devils per la sfida di Mercoledì in UEFA Champions League contro il Paris Saint-Germain, sebbene servirà un’impresa per ribaltare un risultato che sembra essere senza storia dopo l’andata.

Ma mai dire mai nel calcio… Soprattutto se si parla di una squadra che si chiama Manchester United.

Marco Antonucci

TABELLINO 

premier-league
Premier League

Old Trafford – Manchester, United Kingdom – Sabato 2 Marzo 2019

AC4AD80054D44492A7FD375782AC9DB6  VSouthampton
Manchester United FC 3-2 Southampton FC
25′ Yan Valery [S], 52′ Andreas Pereira [MU], 58′ Romelu Lukaku [MU], 74′ James Ward-Prowse [S], 88′ Romelu Lukaku [MU]

90+4′ Calcio di rigore fallito da Paul Labile Pogba

FORMAZIONI

Manchester United:
1 David de Gea; 18 Ashley Young [C]12 Chris Smalling, Victor Lindelöf, 23 Luke Shaw; 39 Scott McTominay, 15 Andreas Pereira (81′, 17 Fred), Paul Labile Pogba; 10 Marcus Rashford (90+4′, 44 Tahith Chong), 9 Romelu Lukaku, Alexis Sánchez (50′, 20 Diogo Dalot).
Manager: Ole Gunnar Solskjær

Southampton:
28 Angus Gunn; 35 Jan Bednarek, 3 Maya Yoshida (89′, 15 Sam Gallagher), 4 Jannik Vestergaard; 43 Yan Valery, 16 James Ward-Prowse, 14 Oriol Romeu, 23 Pierre-Emile Højbjerg [C]21 Ryan Bertrand; 22 Nathan Redmond, 10 Charlie Austin (62′, 17 Stuart Armstrong).
Manager: Ralph Hasenhüttl

Arbitro: Stuart Atwell. Assistenti: Constantine Hatzidakis, Richard West. Quarto uomo: Martin Atkinson.

Cartellini gialli: 38′ Ryan Bertrand [S], 88′ Romelu Lukaku [MU], 90+5′ Paul Labile Pogba [MU].

Cartellini rossi: Nessuno.

Spettatori: 74.459

STATISTICHE
by Immagine

16 Tiri totali 9
Tiri in porta 3
64% Possesso palla 36%
508 Passaggi 283
Cartellini gialli 1
Cartellini rossi 0
Calci d’angolo 7
Calci di rigore 0
Fuorigioco 0

Bio di Marco Antonucci

Presidente e caporedattore di Red Army Italy, tifoso del Manchester United dal Dicembre 2005.

Guarda anche

Il Manchester United soffre, ma ottiene vittoria e record a Wolverhampton

Un goal di Mason Greenwood e una prestazione superlativa di David de Gea permettono al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *