domenica , 21 ottobre 2018
Importante

Lo United delude ancora all’Old Trafford, è solo 1-1 con il Wolverhampton

4473566-6196349-image-a-21_1537626626856Altro passo falso in casa per il Manchester United in Premier League, dove gioca male e pareggia con il Wolverhampton Wanderers. Illude il vantaggio del primo tempo firmato dal brasiliano Fred, a segno per la prima volta con il club mancuniano, ma gli ospiti pareggiano i conti nella ripresa con il portoghese João Moutinho e sfiorano il colpaccio nel finale.

CRONACA

Dopo tre match consecutivi in trasferta, il Manchester United torna all’Old Trafford per sfidare il Wolverhampton Wanderers, guidato da Nuno Espírito Santo, ex giocatore di José Mourinho ai tempi del Porto.

Il manager dei Red Devils, per l’occasione, ripresenta in formazione Antonio Valencia come terzino destro, confermando la propria fiducia nella coppia di difensori centrali composta da Chris Smalling e Victor Lindelöf, mentre a centrocampo – insieme a Paul Labile Pogba – dà spazio al brasiliano Fred e a Marouane Fellaini. A sostegno di Romelu Lukaku, ci sono Jesse Lingard e Alexis Sánchez.

2018-09-22T141047Z_1732967569_RC115C52B4D0_RTRMADP_3_SOCCER-ENGLAND-MUN-WLVGli ospiti partono con un atteggiamento coraggioso e costruiscono la loro prima occasione da goal dopo appena 6 minuti. Hélder Costa entra in area di rigore dalla destra e serve in mezzo un ottimo pallone a Raúl Jiménez, bravo ad addomesticarlo – spalle alla porta – e a concludere a rete con un velenoso rasoterra che David de Gea respinge alla grande con il piede.

Wolves si rendono nuovamente pericolosi al 13′. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da João Moutinho, Ryan Bennett stacca di testa da ottima posizione, mandando alto di pochissimo.

Poco dopo, su un altro corner calciato da João Moutinho, il Wolverhampton Wanderers va nuovamente vicino al vantaggio, stavolta fermato da una grande parata di David de Gea su un’incornata di Willy Boly. Il numero 1 dei Red Devils neutralizza anche, dopo la respinta, un’innocua inzuccata di Matt Doherty.

La squadra guida da José Mourinho appare in netta difficoltà in questo inizio di partita, ma riesce a sbloccare il risultato alla prima, vera, opportunità della giornata.

1037675570Paul Labile Pogba raccoglie al limite dell’area di rigore una respinta della difesa avversaria e serve con un bel tocco Fred, il quale lascia partire – con il piede debole – un preciso rasoterra diretto imparabilmente nell’angolino basso alla destra di Rui Patrício. Primo goal con la maglia del Manchester United per il brasiliano e punteggio che, al minuto 17, sorride ai Red Devils: è 1-0.

Trovato il vantaggio, lo United comincia a gestire la partita con più facilità e, sebbene ne risenti lo spettacolo, ad avere in pugno l’inerzia del match, che riserva un altro brivido soltanto in pieno recupero. Fred batte un calcio di punizione dal limite calciando con precisione e forza, ma una grande parata di Rui Patrício gli nega la gioia di quella che sarebbe stata una doppietta meritata.

4474846-6196349-image-a-80_1537629876436Archiviato il primo tempo, la ripresa inizia con una brutta sorpresa per lo United, che viene sorpreso in contropiede dagli ospiti. Hélder Costa vince il duello con Luke Shaw e serve un ottimo pallone al centro dell’area a Raúl Jiménez che, a sua volta, serve un prezioso assist al portoghese João Moutinho al limite, sfruttato alla perfezione dal numero 28 del Wolverhampton Wanderers con un sinistro imparabile. Al 52′, torna tutto in parità: è 1-1.

Wolves, incoraggiati dal goal del pareggio, cercano anche il possibile vantaggio con un tentativo di Hélder Costa al 57′, ma stavolta la palla termina alta. Lo United risponde al 61′ con un tentativo dalla distanza di Paul Labile Pogba, con il francese che spedisce, però, a lato.

Superata da poco l’ora di gioco, José Mourinho prova a dare una scossa alla squadra effettuando una doppia sostituzione: fuori un applauditissimo Fred e (ancora una volta) un deludente Alexis Sánchez, dentro Anthony Martial e Juan Mata.

Al 65′, Diogo Jota va al tiro dal limite e chiama David de Gea ad una parata apparentemente facile, ma provvidenziale. Sul ribaltamento di fronte, c’è del lavoro da fare anche per il suo collega Rui Patrício, bravo a deviare sopra la traversa un’insidiosa conclusione dalla lunga distanza di Jesse Lingard.

Rúben Neves, tre minuti più tardi, opera un altro tiro dalla distanza, stavolta parato agevolmente dal numero 1 dei Red Devils. Ha un’ottima chance Marouane Fellaini al 71′, quando un preciso cross di Luke Shaw lo mette nella condizione di staccare di testa da buona posizione, ma il portiere dei Wolves para in due tempi. Termina alto, invece, un successivo tentativo di testa di Jesse Lingard qualche minuto più tardi.

Al minuti 74′, i Red Devils effettuano anche l’ultimo cambio a proprio disposizione: Jesse Lingard cede il posto al brasiliano Andreas Pereira. Un paio di minuti dopo, Paul Labile Pogba prova a sorprendere il portiere su calcio di punizione con una battuta che, però, l’estremo difensore ospite para senza troppe difficoltà.

Resta, incredibilmente, l’ultimo tentativo degno di nota dello United per tutto il resto della partita, dove rischia addirittura di subire un’ancor più incredibile sconfitta, sventata da due ottime parate di David de Gea su Adama Traoré nei minuti di recupero.

Finisce 1-1 e per il Manchester United questo pareggio significa addirittura -8 dalla vetta in classifica dopo appena 6 partite. Un trend troppo negativo per un club con determinate ambizioni e che negli ultimi anni ha investito davvero molto.

Marco Antonucci

TABELLINO

premier-league
Premier League

Old Trafford – Manchester, United Kingdom – Sabato 22 Settembre 2018

AC4AD80054D44492A7FD375782AC9DB6  download
Manchester United FC 1-1 Wolverhampton Wanderers FC 

17′ Fred [MU], 52′ João Moutinho [WW]

FORMAZIONI

Manchester United:
1 David de Gea; 25 Antonio Valencia [C]12 Chris Smalling, 2 Victor Lindelöf, 23 Luke Shaw; Paul Labile Pogba, 27 Marouane Fellaini, 17 Fred (62′, 11 Anthony Martial); 14 Jesse Lingard (74′, 15 Andreas Pereira), Romelu Lukaku, 7 Alexis Sánchez (62′, 8 Juan Mata).
Manager: José Mourinho

Wolverhampton Wanderers:
11 Rui Patrício; 5 Ryan Bennett, 16 Conor Coady [C]15 Willy Boly; 2 Matt Doherty, 28 João Moutinho (79′, 27 Romain Saïss), 8 Rúben Neves, 19 Jonny Castro; 10 Hélder Costa (74′, 37 Adama Traoré), 9 Raúl Jiménez, 18 Diogo Jota (86′, 17 Morgan Gibbs-White).
Manager: Nuno Espírito Santo

Arbitro: Kevin Friend. Assistenti: Adrian Holmes, Simon Beck. Quarto uomo: Craig Pawson.

Cartellini gialli: 39′ Luke Shaw [MU], 60′ Rúben Neves [WW].

Cartellini rossi: Nessuno.

Spettatori: 74.489

STATISTICHE
by Immagine

15 Tiri totali 11
Tiri in porta 8
64,3% Possesso palla 35,7%
683 Passaggi 380
Cartellini gialli 1
Cartellini rossi 0
Calci d’angolo 4
Calci di rigore 0
Fuorigioco 2

Bio di Marco Antonucci

Foto del profilo di Marco Antonucci
Presidente e caporedattore di Red Army Italy, tifoso del Manchester United da oltre dieci anni. Mancuniano nell'anima.

Guarda anche

42904761-3063-4D9A-9E6E-3C681BA30B53

Mourinho : “Con lo Young Boys sarà già una sfida fondamentale”

A poche ore dal debutto in quest’edizione della UEFA Champions League, lo United di José …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *