domenica , 21 ottobre 2018
Importante

Esordio con vittoria per il Manchester United in UEFA Champions League

 

sp20-FOOT-United-WEBIl Manchester United inizia l’edizione 2018/2019 della UEFA Champions League con una vittoria in Svizzera, battendo 3-0 in trasferta gli Young Boys. Una doppietta nel primo tempo di un ottimo Paul Labile Pogba, a segno con un bel tiro mancino indirizzato sotto al sette e con un calcio di rigore battuto perfettamente, e un goal di Anthony Martial regalano a José Mourinho la partenza ideale in Europa.

CRONACA

Lo United comincia la propria avventura stagionale in UEFA Champions League facendo visita ad una squadra al proprio esordio assoluto nella competizione, i Campioni di Svizzera degli Young Boys. Per l’occasione, José Mourinho decide di schierare come titolare Marcus Rashford – squalificato ancora per altri due turni in Premier League – insieme a Anthony Martial sugli esterni in attacco, con il solito Romelu Lukaku come unica punta, mentre ripropone dopo qualche settimana il brasiliano Fred titolare in mezzo campo. Esordio con la maglia dello United per il neo-acquisto Diogo Dalot.

Il primo tentativo della serata è da parte della squadra svizzera, che va molto vicina al possibile vantaggio con un colpo di testa del francese Guillaume Hoarau. Il numero 99 degli Young Boys, servito da un preciso cross di Kevin Mbabu dalla destra, sfiora di poco il palo alla destra di David de Gea. Lo United prova a rispondere un minuto dopo con un maldestro colpo di tacco di Romelu Lukaku su un cross basso di Marcus Rashford, ma la difesa avversaria allontana senza problemi.

Arriva sugli sviluppi di un calcio d’angolo il primo tiro in porta dei padroni di casa, operato da Sékou Sanogo e facilmente parato da un attento David de Gea. Due minuti dopo, al 13′, Paul Labile Pogba lancia nell’area di rigore avversaria Romelu Lukaku con un ottimo assist, ma il centravanti belga è costretto a calciare da posizione defilata, centrando soltanto l’esterno della rete.

42174098_2216770281698228_1959737300208320512_nAl quarto d’ora di gioco, i padroni di casa vanno nuovamente vicini all’1-0, questa volta costringendo David de Gea a deviare la palla in corner con una grande parata su un bolide da fuori di Mohamed Ali Camara. La squadra allenata da José Mourinho va a sua volta vicino al vantaggio colpendo il palo con Marcus Rashford al 21′. Il numero 10 inglese devia in modo intelligente un cross dalla sinistra di Luke Shaw, ma la palla colpisce la parte esterna del montante e termina sul fondo.

I padroni di casa hanno una potenziale grande occasione al 29′. Diogo Dalot si lascia sorprendere da Christian Fassnacht su un lancio lungo proveniente dalla metà campo avversaria, il numero 16 svizzero viene, però, fermato da un ottimo intervento in copertura di Chris Smalling, prima che Djibril Sow calci in malo modo – ciabattando la conclusione – sul fondo.  Al 32′, lo stesso Christian Fassnacht calcia di potenza verso la porta dalla distanza, ma David de Gea si rifugia ancora una volta in calcio d’angolo deviando il pallone stellato dell’adidas sopra la traversa.

Young Boys v Manchester United, UEFA Champions League Group H, Football, Stade de Suisse, Berne, Switzerland - 19 Sep 2018Proprio mentre i Red Devils appaiono in difficoltà, arriva il loro inaspettato vantaggio. Paul Labile Pogba si ritrova fra i piedi il pallone dopo un rimpallo al limite dell’area di rigore, elude la marcatura del proprio avversario con una bella giocata e piazza la palla sotto al sette con un magnifico tiro mancino che risulta imparabile per il portiere. Manchester United in vantaggio 1-0 al 34′ e primo goal in UEFA Champions League con la maglia dei Red Devils per il centrocampista Campione del Mondo.

Poco prima dell’intervallo, i Red Devils hanno anche l’opportunità ideale per raddoppiare. Paul Labile Pogba pesca Luke Shaw sulla sinistra con un bellissimo lancio, il terzino inglese, di prima intenzione, crossa versa l’area di rigore e la palla colpisce il braccio destro di Kevin Mbabu. Dopo qualche secondo di esitazione, l’arbitro concede il calcio di rigore.

Paul+Pogba+BSC+Young+Boys+v+Manchester+United+RGD_hnfA7lpxSul dischetto si presenta lo stesso Paul Labile Pogba, che batte e realizza il penalty con la solita rincorsa lenta e lunga, con la palla che, calciata quasi sotto la traversa e con la giusta potenza, entra in porta nonostante David von Ballmoos riesca a toccarla con la mano. Al 43′ minuto, dunque, Manchester United avanti 2-0 e 4° marcatura stagionale per il fuoriclasse francese.

Il primo tempo va in archivio con lo United in vantaggio di due goal, ma in una partita che sembra tutt’altro che chiusa. I padroni di casa, infatti, hanno una buona occasione per riaprire i giochi al 54′. Miralem Sulejmani serve nei pressi della porta dello United un ottimo cross basso a Roger Assalé, il quale tenta senza successo un colpo di tacco che si perde lentamente a lato sotto la supervisione di David de Gea. L’attaccante ivoriano cerca nuovamente la porta un paio di minuti dopo, ma mancando nuovamente il bersaglio.

Lo United tira in porta per la prima volta nella ripresa al 58′, quando Marcus Rashford partorisce un’innocua conclusione dalla distanza, facilmente parata da David von Ballmoos. Tuttavia, i Red Devils riescono nuovamente a colpire la difesa svizzera alla prima grande occasione del secondo tempo.

Champions League - Group Stage - Group H - BSC Young Boys v Manchester UnitedPaul Labile Pogba riceve palla a centrocampo da Fred e parte in progressione verso la porta avversaria, per poi – una volta arrivato sulla trequarti – servire un prezioso pallone in area di rigore al connazionale Anthony Martial, che vede la sua successiva conclusione subire una deviazione e terminare in rete. È il goal della sicurezza per il Manchester United, che si ritrova in vantaggio per 3-0 al 65′.

Con il match ormai in cassaforte, José Mourinho decide di operare un doppio cambio: dentro Juan Mata e Marouane Fellaini, fuori Marcus Rashford e Fred. La squadra svizzera prova a trovare almeno quello che nel Regno Unito chiamano il “consolation goal”, provandoci con un tiro – terminato però alto – di Michel Aebischer al 71′ e, due minuti dopo, divorandosi una grande occasione sugli sviluppi di un corner con Mohamed Ali Camara, che colpisce incredibilmente il palo da due passi.

Al 74′, José Mourinho opera l’ultima sostituzione a disposizione del Manchester United: fuori il Man of the Match della serata, Paul Labile Pogba, dentro Andreas Pereira. Proprio una splendida apertura del brasiliano dà il via all’azione che, all’80’, porta i Red Devils vicinissimi al 4-0. Luke Shaw raccoglie il suggerimento del numero 15 dello United e serve a Juan Mata in piena area di rigore una palla che lo spagnolo manda fuori di pochissimo.

Dopo un altro tentativo non andato a buon fine di Juan Mata, David de Gea viene chiamato all’opera per l’ultima volta all’84’ da un tiro facile da parare da parte del camerunense Nicolas Moumi Ngamaleu. Il Manchester United, dunque, mantiene imbattuta la propria porta e inizia il proprio cammino nell’edizione 2018/2019 della UEFA Champions League con una bella vittoria per 3-0.

Nell’altro match del Gruppo H, il Valencia – prossimo avversario dello United, Martedì 2 Ottobre, all’Old Trafford – viene sconfitto in casa della Juventus, nonostante l’espulsione di Cristiano Ronaldo. Decisivi i due calci di rigore realizzati da Miralem Pjanić, mentre nel finale di gara il portiere dei Campioni d’Italia, Wojciech Szczęsny, ne para uno a Daniel Parejo.

Marco Antonucci

TABELLINO

UEFA_Champions_League_logo_2.svg
UEFA Champions League – Gruppo H – 1° Turno
Stade de Suisse – Berne, Suisse – Mercoledì 19 Settembre 2018

BSC_Young_Boys_logo.svgVAC4AD80054D44492A7FD375782AC9DB6  
BSC Young Boys 0-3 Manchester United FC
34′ Paul Labile Pogba, 43′ Paul Labile Pogba (Rigore), 65′ Anthony Martial

FORMAZIONI

Young Boys:
26 David von Ballmoos; 43 Kevin Mbabu, 4 Mohamed Ali Camara, 5 Steve von Bergen [C]23 Loris Benito; 16 Christian Fassnacht (64′, 13 Nicolas Moumi Ngamaleu), 8 Djibril Sow (58′, 20 Michel Aebischer), 35 Sékou Sanogo, 7 Miralem Sulejmani; 99 Guillaume Hoarau (74′, 18 Jean-Pierre Nsame), 17 Roger Assalé.
Manager: Gerardo Seoane

Manchester United:
1 David de Gea; 20 Diogo Dalot, 12 Chris Smalling, 2 Victor Lindelöf, 23 Luke Shaw; 17 Fred (68′, 27 Marouane Fellaini), 31 Nemanja Matić, 6 Paul Labile Pogba [C] (74′, 15 Andreas Pereira); 19 Marcus Rashford (68′, 8 Juan Mata), 11 Anthony Martial; 9 Romelu Lukaku.
Manager: José Mourinho

Arbitro: Deniz Aytekin (Germania). Assistenti: Eduard Beitinger (Germania), Rafael Foltyn (Germania). Arbitri addizionali: Tobias Welz (Germania), Benjamin Cortus (Germania). Quarto uomo: Dominik Schaal (Germania).

Cartellini gialli: 68′ Fred [MU], 81′ Roger Assalé [YB].

Cartellini rossi: Nessuno.

Spettatori: Numero sconosciuto.

STATISTICHE

17 Tiri totali 16
Tiri in porta 5
45% Possesso palla 55%
12 Falli commessi 7
Cartellini gialli 1
Cartellini rossi 0
Calci d’angolo 7
0 Calci di rigore 1
2 Fuorigioco 2

Bio di Marco Antonucci

Foto del profilo di Marco Antonucci
Presidente e caporedattore di Red Army Italy, tifoso del Manchester United da oltre dieci anni. Mancuniano nell'anima.

Guarda anche

42904761-3063-4D9A-9E6E-3C681BA30B53

Mourinho : “Con lo Young Boys sarà già una sfida fondamentale”

A poche ore dal debutto in quest’edizione della UEFA Champions League, lo United di José …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *