venerdì , 22 giugno 2018
Importante

Lingard: “La FA Cup è un obiettivo importante”

Everton v Manchester United - Premier League - Goodison ParkL’uomo del momento, Jesse Lingard, ha parlato del suo grande periodo di forma e di cosa lo ha portato a migliorare così tanto nelle ultime stagioni, tirando fuori quel grande talento gli ha permesso di entrare a far parte del Manchester United sin da bambino, rimarcando anche l’importanza della Emirates FA Cup.

Il talentuoso centrocampista offensivo inglese, nonostante i vari goal realizzati di recente, ci tiene comunque a condividere i meriti con i propri compagni di squadra, senza i quali – ammette umilmente – non avrebbe potuto giocare così bene.

Intervistato da MUTV, in vista del match di stasera contro una sua ex squadra, il Derby County, Lingard ha risposto ad una serie di domande.

Congratulazioni per aver vinto il tuo primo premio come Giocatore del Mese del Manchester United…
“Ovviamente, faccio parte della squadra da tempo e ho giocato molte partite, quindi è bello anche aver raggiunto qualche traguardo a livello personale.”

Anche Juan Mata, che era uno dei candidati al premio di Player of the Month di Dicembre, ha votato per te…
“Sì, è sempre bello vedere riconosciuti i propri meriti dai tuoi stessi compagni di squadra e dai tifosi. Sarà un lavoro impegnativo, ma voglio dare ancora di più e segnare ancora più goal per aiutare la squadra a raccogliere i tre punti.”

Ti impegni sempre molto per lavorare sodo e per migliorare, ma puoi sentirti soddisfatto per il tuo stato di forma; pensi che questo sia il periodo migliore della tua carriera?
“Sì, naturalmente, penso che sia merito anche del rendimento dei ragazzi in generale. È più facile far bene se hai attorno una squadra che gioca come stiamo giocando noi, più o meno, dallo scorso mese. Se sei bravo abbastanza da lavorare duro e da segnare dai goal, poi vieni ricompensato.”

Hai segnato 10 goal, alcuni dei quali davvero spettacolari. Qual è il tuo preferito?
“Penso tutti! Segnare un goal per il Manchester United è sempre una sensazione fantastica. Segnare, poi, dei goal come quelli che ho realizzato di recente, rende tutto ancora più bello. Mi piace andare in campo ogni settimana, segnando dei goal e aiutando la squadra.”

Sei stato anche sfortunato in un paio di circostanze; hai colpito la traversa due volte con un tiro solo, contro il Burnley, e hai colpito un palo anche contro il Leicester…
“Può succedere nel calcio. Penso che l’importante sia reagire bene. Ho dimostrato al manager che, se sbaglio delle occasioni, sono comunque capace di segnare in quelle successive.”

Stai esaurendo le esultanze da fare con tutti i goal che stai segnando?
“Dipende dal minuto in cui segno e dal punteggio, ad essere onesti”, ha risposto dopo aver riso. “Quella con il Burnley è stata più passionale perché si trattava di una rimonta e ho mostrato le emozioni che ho provato in quel momento.”

Le rimonte sono una delle tradizioni più belle dello United; tutto sembrava perduto quando è iniziato il recupero… Nonostante ciò, dopo aver segnato, volevi subito riportare la palla a centrocampo, sperando di trovare anche il goal-vittoria.
“Pensavo che avremmo potuto anche vincere nel finale. Come dissi qualche giorno fa, se la partita fosse durata un po’ di più, avremmo vinto la gara perché il Burnley si era rintanato e non riusciva più ad uscire.”

La squadra ha giocato bene a Leicester, nonostante non sia arrivata la vittoria alla fine, ma è nel secondo tempo della gara con l’Everton che la squadra si è esibita nella sua miglior performance?
“Sì, penso che abbiamo ricominciato a giocar bene e a fare le cose di cui siamo capaci. Si tratta solo di dover segnare più goal, le [buone] performance si sono viste. Se riuscissimo a segnare di più, come abbiamo fatto nel secondo tempo contro l’Everton, giocando bene, sarebbe ancora meglio.”

Ciò che ha sorpreso, considerando il calendario pieno di partite, è stata la freschezza mostrata dalla squadra nel secondo tempo del Goodison Park…
“Ci divertiamo a giocare a calcio, quindi non ci pesa il fatto di giocare spesso, come stiamo facendo in questo periodo. Quindi, per superare questo periodo natalizio, bisogna restare concentrati su ogni gara che arriva.”

Ovviamente, conosci bene il Derby County, avendo trascorso un periodo in prestito in quella squadra. Sta vivendo un ottimo momento in Championship…
“Stanno facendo davvero bene e, si sa, le gare di coppa sono sempre difficili. Non si sa mai cosa può succedere, ma possiamo andare avanti [nella competizione] preparandoci bene.”

La FA Cup sarà sempre speciale per te, dopo aver realizzato quel bellissimo goal-vittoria nella finale contro il Crystal Palace, così come per il club…
“Naturalmente, vogliamo vincere ogni competizione in cui siamo in gara. La FA Cup sarà sempre speciale e, se riusciremo a superare questo ostacolo e le altre gare, potremo tornare a Wembley.”

Questa competizione ha ancora più importanza dopo l’eliminazione dalla Carabao Cup?
“Sì, penso di sì. È sempre bello vincere dei trofei in ogni stagione; sfortunatamente, siamo stati eliminati dalla Carabao Cup, ma ora possiamo concentrarci sulla FA Cup, in più abbiamo anche il campionato e la Champions League.”

Marco Antonucci

Bio di Marco Antonucci

Foto del profilo di Marco Antonucci
Presidente e caporedattore di Red Army Italy, tifoso del Manchester United da oltre dieci anni. Mancuniano nell'anima.

Guarda anche

Antonio+Valencia+Manchester+United+v+Liverpool+c6csSJ9sOUqx

Valencia: “Sono orgoglioso di indossare la maglia dello United”

Antonio Valencia, alla vigilia del derby di Manchester, si dice orgoglioso far parte e di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *