martedì , 19 Ottobre 2021
Importante

Un ottimo United demolisce il Wolverhampton, 5-0 al Molineux Stadium

Il Manchester United liquida i Wolves con un pesante 5-0 e si porta momentaneamente a +4 sul City, in attesa del match di Mercoledì fra gli uomini di Roberto Mancini ed il Chelsea. Il ritorno di Antonio Valencia ha fatto la differenza e già all’intervallo i Red Devils hanno messo il match in cassaforte, grazie anche all’ingenua espulsione rimediata da Ronald Zubar che ha lasciato in inferiorità numerica i suoi. La prima rete con la maglia dello United di Jonny Evans ha aperto le danze, seguita da quella di uno scatenato Antonio Valencia e di Danny Welbeck nel primo tempo, mentre nella ripesa una doppietta di Javier Hernández ha chiuso reso il punteggio ancora più largo.
La Cronaca

Sir Alex Ferguson ripresenta quasi per intero la stessa formazione che ha sconfitto 7 giorni fa il West Bromwich Albion, lasciando fuori solo Ashley Young per far posto al rientrante Antonio Valencia. Terry Connor si presenta con un prudente 4-5-1 e schiera come unica punta Steven Fletcher.
All’8′ minuto Antonio Valencia lancia in area Rafael da Silva con un delizioso passaggio, ma sul successivo tiro-cross del brasiliano Javier Hernández manca di poco il tocco vincente. Qualche minuto dopo Wayne Rooney appoggia per l’accorrente Michael Carrick, ma la sua conclusione da fuori termina ampiamente a lato. Al 17′ i Wolves si rendono pericolosi per la prima volta con un colpo di testa di Steven Fletcher, bravo a liberarsi della marcatura di Patrice Evra, che termina di poco a lato. Ma, come da programma, è il Manchester United a passare in vantaggio poco dopo. Wayne Rooney batte un angolo dalla sinistra e Michael Carrick fa ottimamente da sponda per Jonny Evans, ben appostato nell’area piccola, che batte il portiere con una bella girata volante. Al 20′ risultato che cambia in favore dei Red Devils e primo goal con la maglia del Manchester United per il difensore nordirlandese.
Al 26′ Ronald Zubar commette una brutta entrata da dietro su Wayne Rooney e viene punito soltanto con un’ammonizione, ma non viene graziato ulteriormente quando, al 38′, si ripete falciando Danny Welbeck. Doppia ammonizione con conseguente espulsione per il francese e Wolverhampton che resta in 10 uomini.
Per lo United diventa tutto più facile e al 42′ arriva il raddoppio. Wayne Rooney serve splendidamente Antonio Valencia sulla destra, l’ecuadoriano irrompe in area con una corsa spaventosa e fa secco il portiere con una potente conclusione.
In pieno recupero arriva anche il terzo goal dei Red Devils, stavolta a firma di Danny Welbeck. Jonny Evans effettua un’ottima apertura sulla destra per Antonio Valencia, bravo a controllare il pallone e ad inserirsi ancora una volta in area, che serve in mezzo il giovane centravanti inglese. Potente rasoterra e portiere ancora battuto.
Si va, dunque, all’intervallo con il Manchester United avanti per 3-0 e con un Wolverhampton frastornato e decimato.
Nella ripresa, com’era prevedibile, il copione non cambia e lo United controlla il gioco senza problemi. Al 55′ il numero uno dei Wolves, Wayne Hennessey, si supera deviando in angolo una bella conclusione a giro di Wayne Rooney da fuori, ma si vede battuto per la quarta volta sugli sviluppi dello stesso corner. Antonio Valencia appoggia per l’accorrente Rafael da Silva, che pennella in mezzo all’area un cross perfetto per il colpo di testa vincente di Javier Hernández.
Neanche il 4-0, però, placa la fame di goal dei Red Devils e cinque minuti dopo è ancora lo stesso Chicharito ad andare a segno. Antonio Valencia scambia con Danny Welbeck e si inserisce in area, mettendo in mezzo un pallone invitante che l’attaccante messicano spedisce imparabilmente sotto la traversa. Al 60′ Manchester United che conduce 5-0 e differenza reti che si riduce ulteriormente nei confronti del Manchester City.
I Wolves cercano il goal della bandiera ed impegnano severamente due volte David de Gea nel giro di pochi secondi. Il numero uno spagnolo è bravo prima a respingere un’insidiosa conclusione da fuori di Michael Kightly e, poi, a deviare in angolo un pericoloso colpo di testa di Steven Fletcher. Al 75′ Rafael da Silva cerca la gloria persona provando una conclusione dal limite e sfiora il palo alla destra di Wayne Hennessey. Nella parte finale di gara non ci sono azioni degne di nota e termina così un match a senso unico, dove gli uomini di Sir Alex Ferguson hanno confermato la propria leadership in classifica e dove hanno ritrovato un incontenibile Antonio Valencia. Per il Wolverhampton, invece, inizia a farsi davvero dura per la lotta salvezza.
La prova odierna è stata più che eccellente ed il fatto che i Wolves si trovino sul fondo della classifica potrebbe trarre in inganno sulla difficoltà che c’è nel portar via punti dal Molineux Stadium. Certo, l’ingenua espulsione rimediata da Ronald Zubar ci ha agevolato tutto, ma già prima si era visto uno United molto intraprendente e padrone del gioco. Questo, forse, fa crescere in parte il rimpianto per il modo in cui abbiamo affrontato la doppia sfida con l’Athletic Club in Europa League e, soprattutto, per il fatto che nei due match contro gli spagnoli non abbia potuto prendere parte l’immenso Antonio Valencia. L’ecuadoriano è subito tornato ad incantare con le sue folate, i suoi assist ed il suo senso del goal notevolmente cresciuto negli ultimi mesi. Credo non si possa fare a meno di lui quando è così in forma, quasi come non si poteva far a meno del Cristiano Ronaldo dei bei tempi (con le dovute proporzioni, ovviamente, visto che si parla di un giocatore in grado di segnare 128 goal in 128 presenze con la maglia del Real Madrid). Ha ancora una volta funzionato la mossa di schierare Danny Welbeck largo, senza dare punti di riferimento alla difesa avversari chi fra lui e Javier Hernández fosse la punta vera e propria. I due si sono mossi molto bene, trovando entrambi il goal, e dialogando a memoria con gli esterni e con Wayne Rooney. Quest’ultimo oggi non ha trovato il goal dopo ben cinque gare in cui era andato sempre a segno, ma ha sfornato l’assist per il secondo goal ed ha contribuito a creare almeno altre due o tre palle-goal. Grande la prova anche di un sempre più costante Jonny Evans. Il nordirlandese è diventato quasi insuperabile in difesa e l’aver trovato il suo primo goal con la nostra maglia, a mio avviso, non potrà che fargli acquisire ulteriore fiducia e sicurezza nei propri mezzi.
Adesso ci toccherà attendere Mercoledì sera per conoscere l’esito del match fra Manchester City e Chelsea, godendoci nel frattempo il +4 sui Citizens e la certezza che anche dopo questo turno ci ritroveremo in testa alla classifica. Mancano ancora 9 partite alla fine del campionato e non c’è vantaggio che potrebbe far stare tranquilli, ma sarà vitale arrivare al derby del 30 Aprile davanti e non da inseguitori. E qualcosa mi dice che la nostra esperienza in ambito nazionale farà la differenza.
Il Tabellino

Wolverhampton Wanderers FC  0-5  Manchester United FC
                                                                                  20′ Jonny Evans
                                                                                  42′ Antonio Valencia
                                                                                  45′ Danny Welbeck
                                                                                  55′ Javier Hernández
                                                                                  60′ Javier Hernández

Formazioni

Wolverhampton Wanderers: 1 Wayne Hennessey; 23 Ronald Zubar, 5 Richard Stearman, 21 Sébastien Bassong, 11 Stephen Ward [C]; 29 Kevin Doyle (56′, Michael Kightly), 32 Kevin Foley, 4 David Edwards, 26 David Davis (42′, 22 Eggert Gunnthór Jónsson), 17 Matt Jarvis; 10 Steven Fletcher (77′, 9 Sylvan Ebanks-Blake).
Allenatore: Terry Connor
Manchester United: 1 David de Gea; 21 Rafael da Silva, 6 Jonny Evans (74′, 12 Chris Smalling), 5 Rio Ferdinand, 3 Patrice Evra [C] (62′, 20 Fábio da Silva); 25 Antonio Valencia, 16 Michael Carrick (56′, 42 Paul Pogba), 22 Paul Scholes, 19 Danny Welbeck; 10 Wayne Rooney, 14 Javier Hernández.
Allenatore: Sir Alex Ferguson
Ammoniti: 27′ e 38′ Ronald Zubar [Wolverhampton Wanderers], 66′ Danny Welbeck [Manchester United].
Espulsi: 38′ Ronald Zubar [Wolverhampton Wanderers].
Arbitro: Anthony Taylor
STATISTICHE

Tiri totali 22
Tiri nello specchio 9
Tiri fuori 13
Calci d’angolo 7
Falli 13
Cartellini gialli 1
Cartellini rossi 0
41% Possesso (%) 59%

Spettatori: 27.494

FA Premier League 2011/2012, Domenica 18 Marzo 2012, Molineux Stadium – Wolverhampton, United Kingdom.

Marco Antonucci

Bio di Red Army Italy

Nata nel 2011, la nostra associazione ha raggiunto lo status di Supporters Club Italiano Ufficiale nel 2013. La passione per lo United ci ha portato a raggiungere traguardi importanti e ci guida in ogni iniziativa!

Guarda anche

Il Manchester United soffre, ma ottiene vittoria e record a Wolverhampton

Un goal di Mason Greenwood e una prestazione superlativa di David de Gea permettono al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *