mercoledì , 26 aprile 2017
Importante

Le reazioni di Mourinho in seguito alla vittoria con il Sunderland

IMG_1945

José Mourinho é parso soddisfatto della performance offerta dal suo United e che ha visto i suoi uomini detenere il controllo allo Stadium of Light, dove i goal messi a segno da Ibra, Mkhitaryan e Rashford hanno assicurato una comoda vittoria per 3-0 contro un Sunderland in 10.

Ecco quello che l’allenatore ha dichiarato ai media,subito dopo il match.

UNA BUONA VITTORIA CONTRO UNA SQUADRA IN DIFFICOLTÁ

“Il risultato é stato positivo, abbiamo affrontato al meglio la situazione,forti dei risultati andati in scena ieri, col City e Liverpool entrambe vittoriosi. Una partita di peso e i tre punti a casa.
“Era contro una squadra che sta attraversando un momento poco felice. Ed in questi casi,una volta segnato un goal,diventa per loro difficile reagire. Era palpabile la sensazione di negativitá che aleggia attorno ad una squadra in zona retrocessione. Non é stata una performance eccellente ma,date le circostanze,contro una squadra in 10 uomini, si è rivelata una vittoria comoda.”

CONTENTO PER SHAW

“Ho tolto Shaw a causa del cartellino giallo e per la pressione del pubblico. Era opportuno usare precauzione ma é stato anche ottimo farlo giocare per un’oretta buona in cui ha offerto una prestazione solida e priva di errori,dunque,sono soddisfatto.”

L’IMPORTANZA DEL GOAL DI ZLATAN
“Sullo 0-0 la gara era aperta. Detenevamo il controllo senza pericoli, giocando solidi e compatti. Ma hai bisogno di certi giocatori che possano sbloccarle le partite,Zlatan é uno di questi. Un goal molto importante e ,per giunta,molto bello che lo porta alla importante cifra di 28 goal stagionali. Da lí,avevamo la partita in tasca. Anche le condizioni climatiche hanno permesso di giocare ad una piú bassa intensitá.”

NON SEMPRE É FACILE CONTRO UNA SQUADRA IN DIECI
“Quando una squadra in 10 non sta perdendo,puó allora chiudersi e giocare in modo piú difensivo,parcheggiando il bus. Oppure provano ad attaccare,aprendo degli spazi che possono permettere all’avversario di vincerla.”

IL SECONDO GOAL AL MOMENTO GIUSTO
“Ho detto loro che nella seconda parte avremo dovuto chiuderla definitivamente. Il secondo goal era necessario per uccidere psicologicamente gli avversari. Ma non mi aspettavo fosse arrivago dopo un solo minuto. Prevedevo un momento duro per quanto riguardava la manovra d’attacco ed invece siamo riusciti a chiuderla subito.”

 

Bio di Maria Russo

Guarda anche

IMG_2026

Il verdetto di Mou sulla drammatica vittoria di ieri

Nonostante la stanchezza,Jose Mourinho ha dichiarato che non ha smesso mai di credere nel sogno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *